CORONAVIRUS COVID-19

La salute dei nostri clienti e del personale aziendale sono per noi la massima priorità: stiamo monitorando attentamente e continuamente la situazione legata alla diffusione del Coronavirus COVID-19. 

Cisalpina Tours è costantemente in contatto con le associazioni e gli operatori di settore per valutare l’evolversi della situazione: sarà nostra premura informarti tempestivamente su particolari misure adottate per la circolazione in Italia e all’estero, oltre che sulle politiche di riprotezione adottate dai vari vettori e player ferroviari.

I Business Travel Service Center di Cisalpina Tours sono operativi così come la nostra reperibilità del servizio Emergency Service H24 in modalità smart working per continuare a garantirti il miglior supporto possibile.

Suggeriamo alcuni link utili per essere costantemente aggiornati:

Vademecum dalla A alla Z di Cisalpina Tours per trasferte in sicurezza e serenità

Ripartiamo insieme!

Per permetterti di affrontare le trasferte di lavoro – Post COVID-19 – in totale sicurezza e tranquillità, abbiamo realizzato il Vademecum dalla A alla Z.

La guida completa, dalla A alla Z appunto, che raccoglie tutti gli input, le raccomandazioni e i diversi protocolli che i vari player della filiera hanno introdotto di recente.

Seguendo tutti i punti elencati nel documento avrai la garanzia di una trasferta di lavoro “seamless” nel pieno del comfort e in totale sicurezza.

Clicca qui per maggiori informazioni e per scaricare il Vademecum dalla A alla Z di Cisalpina Tours.


White Paper: la Travel Policy con approfondimento “Annex COVID”

La Travel Policy è l’unico strumento che regola tutte le politiche dei viaggiatori in trasferta. La sua stesura è complessa e richiede un grande sforzo organizzativo.

La Travel Policy, infatti, dev’essere esaustiva, chiara e inequivocabile. Se questo è sempre valido, l’attuale situazione sanitaria che stiamo vivendo ha reso ancora più evidente la sua importanza e la necessità che sia sempre aggiornata e attuale per rispondere efficientemente alle specifiche esigenze di viaggio.

In questo contesto diventa fondamentale la consulenza esperta della Travel Management Company.

Nel nostro White Paper, realizzato in collaborazione con il Partner Nexi, troverai utili indicazioni, consigli e le testimonianze dirette di Travel Manager, che si occupano di pianificare e gestire i viaggi di lavoro nella propria azienda, per la stesura di un’efficiente ed efficace Travel Policy.

Per rispondere al profondo cambiamento che l’emergenza sanitaria ha generato nel mondo della Travel Industry, abbiamo realizzato un approfondimento specifico “Annex COVID” per aiutarti a pianificare ed affrontare nel migliore dei modi la tua trasferta di lavoro alla luce delle mutate condizioni di viaggio e ritrovare, così, la giusta “confidence” e la piena serenità. Clicca sull’immagine per visionare il documento.


LATEST NEWS

Alitalia – Voli Roma-Milano “COVID TESTED”

Alitalia in collaborazione con Aeroporti di Roma e Regione Lazio, ha individuato, come previsto dall’Ordinanza della Regione Lazio dell’11 settembre 2020, i primi voli con a bordo esclusivamente passeggeri sottoposti a uno screening preventivo con esito di negatività al Covid-19.

Dal 16 settembre, due voli Roma Fiumicino-Milano Linate di Alitalia, trasporteranno solo passeggeri risultati negativi al Covid-19:

– AZ 2038 delle ore 13:30 (attivo tutti i giorni della settimana)
– AZ 2092 delle ore 17:30 (attivo dal lunedì al venerdì)

I passeggeri verranno imbarcati dopo aver eseguito il test antigenico rapido o previa presentazione di certificazione di tampone molecolare (test PCR) o antigenico effettuato nelle 72 ore precedenti l’imbarco del volo.

Il test verrà richiesto a tutti i passeggeri Alitalia dei voli sopra riportati.
Sono esclusi tutti i clienti di voli con transiti inferiori a 2 ore (o inferiori alle 3 ore nel caso dei voli extra-Schengen), che verranno spostati su altri orari*.

I viaggiatori intenzionati a partire da Fiumicino su questi due voli potranno effettuare il test antigenico rapido, eseguito con un tampone nasale, recandosi presso il nuovo drive-in attivo al parcheggio Lunga Sosta dell’Aeroporto “Leonardo da Vinci”.

In alternativa, i passeggeri potranno effettuare il test antigenico rapido presso il presidio sanitario situato agli Arrivi del Terminal 3 dell’aeroporto “Leonardo da Vinci”, dopo l’uscita dalla sala riconsegna bagagli, il giorno stesso della partenza.

In entrambe le strutture verrà predisposta una corsia preferenziale dedicata ai viaggiatori dei due voli per Milano.

ll test effettuato in aeroporto e in tutti i drive-in della Regione Lazio è assolutamente gratuito. È sufficiente presentare il biglietto del volo e la tessera sanitaria o, per i cittadini stranieri, un documento d’identità.

I test rapidi antigenici garantiscono un risultato in meno di 30 minuti, si richiede comunque di arrivare in aeroporto 2 ore prima dell’imbarco.

Ove il test abbia un risultato positivo il passeggero dovrà attenersi alle indicazioni fornite dalla Sanità Aerea presente in aeroporto.

Non sarà consentito l’accesso a passeggeri in possesso di sola certificazione di test sierologico.

I viaggiatori già prenotati sui due voli oggetto dell’iniziativa, qualora preferiscano non sottoporsi ai test preventivi necessari per salire a bordo, o non possano fare il test per motivi medici, potranno essere trasferiti gratuitamente su uno degli altri collegamenti attivi sulla tratta Roma-Milano, nella stessa classe o nella classe superiore se disponibile.

*Per i passeggeri con transiti inferiori alle 2 ore (o 3 ore nel caso dei voli extra-Shengen) è previsto il rimborso o il Voucher, valido 18 mesi, qualora il trasferimento su altri voli non venga accettato.

In caso di mancato imbarco per risultato positivo al Covid-19 il passeggero può chiedere il rimborso del biglietto o a sua scelta, l’emissione di un voucher di pari importo entro quattordici giorni dalla data di effettuazione del recesso e valido per 18 mesi dall’emissione.


Egitto: regole di accesso in vigore dal 01 settembre 2020

A partire dal 01 settembre 2020, i cittadini stranieri ed egiziani intenzionati a recarsi in Egitto dovranno dotarsi di un certificato di test PCR (tampone) negativo al COVID-19 effettuato entro le 48 ore precedenti l’arrivo.

Il certificato deve includere la data e l’ora del prelievo (che faranno fede per il conteggio delle 48 ore), deve essere rilasciato da un laboratorio autorizzato nel Paese di provenienza, riportandone il timbro, e deve indicare la tipologia di test effettuato (RT – PCR).

I bambini al di sotto sei 6 anni sono esclusi da tale obbligo.

Le disposizioni in vigore dal 01 settembre non prevedono eccezioni per le località turistiche di Hurgada, Marsa Alam, Sharm El-Sheikh, Taba o Marsa Matrouh.


DPCM del 14 luglio 2020: dichiarazione per viaggiare in treno

Dal 31 luglio 2020, in relazione a quanto previsto dalle Linee guida governative per il contenimento della diffusione del Covid-19 in materia di trasporto pubblico, acquistando un biglietto Trenitalia e NTV si conferma implicitamente:

  • di non essere affetto da Covid-19 o di non essere stato sottoposto a periodo di quarantena obbligatoria di almeno 14 giorni;
  • di non accusare sintomi riconducibili al Covid-19 quali, a titolo esemplificativo, temperatura corporea superiore a 37,5°C, tosse, raffreddore e di non aver avuto contatti con persona affetta da Covid-19 negli ultimi 14 giorni;
  • l’impegno a rinunciare al viaggio e ad informare l’Autorità sanitaria competente nell’ipotesi in cui qualsiasi del predetti sintomi emergesse prima del viaggio o si verificasse entro otto giorni dall’arrivo a destinazione dei servizi ferroviari utilizzati.

Tale dichiarazione vale per tutti i passeggeri compresi nella prenotazione.


Emirati Arabi – Test PCR COVID-19 obbligatorio dal 1°agosto 2020

Dal 1° agosto, tutti i passeggeri che voleranno o transiteranno negli Emirati Arabi da e per qualsiasi aeroporto, dovranno sottoporsi ad un test PCR COVID-19.
Il test deve essere eseguito 96 ore prima di arrivare negli Emirati Arabi.
I bambini di età inferiore ai 12 anni sono esenti dal test PCR COVID-19.
I passeggeri devono sempre controllare le regole di viaggio per la loro destinazione finale prima di volare.

Informazioni sul test PCR COVID-19
I passeggeri potranno volare solo se il risultato del test PCR COVID-19 è negativo. Il risultato del test deve essere rilasciato da una struttura medica Pure Health approvata – i risultati del test di altre cliniche non saranno accettati. I passeggeri devono arrivare negli Emirati Arabi entro 96 ore dall’esecuzione del test.

Strutture Pure Health approvate

I passeggeri devono arrivare nel Emirati Arabi entro 96 ore dallo svolgimento test e dovranno presentare il risultato del test per la convalida al check-in. I passeggeri devono stampare i risultati dei test e tenerli a portata di mano durante il viaggio.

Se il test risultasse positivo o non si è in grado di presentare la prova del test PCR negativo COVID-19 prima del volo, gli ospiti non saranno autorizzati a viaggiare.

Per maggiori informazioni contatti il suo Team Cisalpina Tours di riferimento


[Ministero della Salute] Covid-19, Speranza: “Divieto di ingresso per chi arriva da Paesi a rischio”

Il  Ministro della Salute, Roberto Speranza, con l’ordinanza firmata il 9 luglio, sentiti i ministri degli Affari Esteri, dell’Interno e dei Trasporti, ha disposto il divieto di ingresso e di transito in Italia alle persone che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o sono transitati nei seguenti Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana.

Al fine di garantire un adeguato livello di protezione sanitaria sono sospesi anche i voli diretti e indiretti da e per i Paesi indicati nell’Ordinanza.


Misure e iniziative in materia e prevenzione della diffusione del Coronavirus adottate dai nostri Partners

Iscriviti alla nostra newsletter

I nostri partner