Le 10 migliori mete al mondo per viaggi etici

CAPO VERDE - Dieci isole vulcaniche compongono lo stato di Capo Verde, al largo della costa del Senegal. Quest'anno rientra nella lista delle destinazioni etiche, grazie a sforzi di adozione di energia verde: il suo intento è riuscire a ricavare il 50% dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020. Particolare attenzione è rivolta anche all'habitat marino, con tutele nei confronti delle tartarughe, in via di estinzione, e delle spiagge adatte alla nidificazione.

TONGA - È la destinazione che più di ogni altra in classifica si è distinta per il suo impegno nei confronti della tutela dell'ambiente, adottando strategie per rispondere al meglio ai cambiamenti climatici. Se nel 2011 gran parte dell'energia di Tonga dipendeva dai combustibili fossili, la nazione sta investendo sull'energia solare, per cercare di far sì che entro il 2020 il 50% della sua energia provenga da fonti rinnovabili. Inoltre, ha istituito diverse riserve marine nazionali.

PANAMA - Tra i nuovi Paesi entrati a far parte della lista delle destinazioni sostenibili di Ethical Traveler, spunta Panama, destinazione turistica in costante crescita, che ha saputo adottare politiche di tutela ambientale all'avanguardia. Ha infatti istituito diversi programmi di rimboschimento su vasta scala, coinvolgendo anche gli agricoltori, e politiche di tutela degli animali: sono infatti abolite corride, l'uso di animali nei circhi e combattimenti fra cani.

URUGUAY - Questa repubblica presidenziale dell'America Latina (segnalata anche dal New York Times come meta turistica del 2016) è al top per l'impiego di energia verde. L'Uruguay infatti ha generato il 90% della sua elettricità da fonti rinnovabili, nel 2015, e sta anche lavorando per alimentare di tutti i mezzi pubblici con energia elettrica. L'obiettivo ambizioso? Creare il primo aeroporto pienamente sostenibile al mondo.

GRENADA - Questo Stato del Mar dei Caraibi ha rivolto particolare attenzione alla questione della sostenibilità ambientale, dal momento che si sta impegnando a riqualificare le sue barriere coralline, attraverso la creazione di aree protette.

MONGOLIA - Si stima che attualmente circa 500.000 persone, compreso il 70% dei pastori mongoli, si rifornisca di elettricità attraverso l'energia solare. Un impegno lodevole, ma ci sono ancora passi avanti da compiere. Il traffico illegale di specie animali selvatiche è ancora poco controllato e il boom del settore minerario minaccia diverse aree protette e, anche se il governo ha adottato misure di contenimento, non sono sufficientemente applicate. Fortunatamente, vi è una crescente consapevolezza in Mongolia sull'impatto negativo che l'estrazione mineraria ha sull'ambiente.

DOMINICA - Da non confondersi con la Repubblica Dominicana, Dominica si distingue per gli investimenti fatti nel campo dello sviluppo dell'energia geotermica. Dominica lavora anche duramente per proteggere le sue coste e gli animali marini. Da tempo riconosciuta come una delle poche nazioni caraibiche che si sono costantemente battute contro l'industria baleniera, Dominica ha aumentato gli sforzi per proteggere queste magnifiche creature con la creazione di un programma educativo obbligatorio per la scuola primaria, volto a insegnare agli studenti il rispetto delle balene e delle altre forme di vita marina.

SAMOA - Presenza fissa nella lista stilata da Ethical Traveler, Samoa è considerata uno degli stati che più si impegnano a trovare soluzioni per contrastare il riscaldamento globale: nel 2015 ha investito sui pannelli solari e punta al raggiungimento del 100% di energia sostenibile entro il 2017.

TUVALU - La piccola nazione di Tuvalu, isola polinesiana situata nel Pacifico, è una delle new entry nella lista di Ethical Traveler. Ha adottato politiche per estendere l'uso di internet e ha reso ogni violenza domestica un reato penale.

STATI FEDERALI DELLA MICRONESIA - Indicata come uno degli Stati che più si sono attrezzati per fronteggiare i cambiamenti climatici e la lotta al riscaldamento globale, la Micronesia sta investendo nell'energia verde e ha attivato politiche di tutela dell'ambiente.

Fonte: http://viaggi.corriere.it/