Consigli pratici per navigare sulle reti wi-fi pubbliche in piena sicurezza
                                

Quando pensiamo al fattore sicurezza in viaggio, la prima cosa che ci viene in mente è la nostra incolumità fisica. Questo è certamente l' aspetto più importante, tuttavia c'è anche un altro tipo di sicurezza che è altrettanto importante, ma a cui spesso non diamo il giusto peso: i nostri dati e le nostre informazioni personali.

Molte persone non ci pensano due volte ad utilizzare le connessioni wi-fi di luoghi pubblici, ma la verità è, che gli hotpost wi-fi pubblici pur essendo molto comodi e convenienti spesso possono essere, anche, molto pericolosi. Le reti wireless aperte sono gli obbiettivi principali per gli hacker e i "ladri di identità". Prima di connettersi a un hotspot wi-fi, sarebbe bene adottare alcuni accorgimenti per proteggere le proprie informazioni personali e di lavoro, così come i propri dispositivi mobili.

Disattiva la rete ad hoc
La rete ad-hoc crea una connessione diretta tra diversi computer eludendo le tipiche infrastrutture wireless come router o access point. Se disponi di una rete ad-hoc attiva, un utente malintenzionato potrebbe ottenere l'accesso al tuo sistema e rubare i tuoi dati o danneggiarti in qualsiasi altro modo. E' quindi importante ricordarsi di disattivare le reti ad-hoc dei tuoi dispositivi.

Non autorizzare la connessione automatica a reti non preferite
Nelle proprietà relative alla connessione wireless assicurati che l'impostazione che permette la connessione automatica alle reti non preferite sia disattivata. Se questa funzione è attiva, infatti, il computer o il dispositivo mobile può automaticamente (senza nemmeno avvisare) collegarsi a qualsiasi rete disponibile, comprese quelle sospette create solamente per trarre in inganno vittime ignare. In Windows XP, assicurati che la casella di controllo che dice "connettersi automaticamente alle reti non preferite" non sia selezionata; Windows 7 e Vista di default spingono ad approvare nuove connessioni. Assicurati, inoltre, di collegare solo reti conosciute e legittime (chiedi al provider di hotspot per l'SSID se non sei sicuro).

Abilita o installa un firewall
Un firewall è la prima linea di difesa per il tuo computer (o della rete, quando il firewall è installato come una periferica hardware), dal momento che è stato progettato per impedire l'accesso non autorizzato al computer. I Firewalls filtrano le richieste di accesso in entrata e in uscita per assicurarsi che siano legittime e approvate. Entrambi i sistemi operativi Windows e Mac sono dotati di firewall: assicurati che siano attivi, in particolar modo prima di collegarti ad una rete wi-fi pubblica. È inoltre possibile installare il software firewall di terze parti se hai bisogno di un controllo più preciso delle impostazioni o delle regole del firewall.

Disattiva la condivisione dei file
E' facile dimenticarsi di avere la funzione di condivisione file attiva o file in "Documenti condivisi" o in "Cartelle Pubbliche" che usi in reti private, ma che non vuoi condividere con reti esterne. Quando ci si connette a una rete wi-fi pubblica, tuttavia, si condividono anche tali reti permettendo, così, ad altri utenti di accedere ai file condivisi.
Prima di collegarti a un hotspot pubblico, ricordati di disattivare la condivisione file e stampanti (in XP disattiva la condivisione nelle proprietà della connessione di rete) Windows 7 e Vista la disattivano per voi se si specifica che la rete è pubblica, ma è possibile controllare la rete e la condivisione per esserne certi.

Accedi solo a siti web sicuri
La cosa migliore da fare è non utilizzare una rete wi-fi pubblica aperta quando si ha a che fare con il denaro (online banking o acquisti online, per esempio) o quando le informazioni memorizzate e trasferite possono essere sensibili. Se hai bisogno di accedere a tutti i siti, però, compresa la posta elettronica web-based, assicurati che la sessione di navigazione sia criptata e protetta.
Controlla la barra degli indirizzi per vedere se inizia con HTTPS (criptato) piuttosto che HTTP (non criptato) e/o se c'è un lucchetto nella barra di stato del browser. Si noti che alcuni programmi di webmail crittografano la pagina di accesso, ma non il resto della sessione di navigazione - assicurati che l'impostazione nel vostro programma di posta elettronica richieda l'utilizzo di HTTPS o la crittografia SSL per l'intera interfaccia. Gmail ha questa opzione.
La maggior parte dei programmi di messaggistica istantanea sono in genere non criptati.

Usa il VPN
Il VPN crea un tunnel sicuro all'interno di una rete pubblica e quindi è un ottimo modo per proteggersi quando si usa un hotspot wi-fi. Se la tua azienda ti offre un accesso VPN, è possibile e necessario, utilizzare la connessione VPN per accedere alle risorse aziendali, così come per creare una sessione di navigazione sicura.
Soluzioni di accesso remoto quali LogMeIn possono anche creare un tunnel sicuro a un secondo computer a casa, dal quale è possibile accedere ai file o svolgere altre attività. Puoi anche utilizzare un servizio VPN personale gratuito come Hotspot Shield, progettato specificatamente per proteggere l'utente quando utilizza una rete non protetta.

Attenzione alle minacce reali e concrete
I rischi derivanti dall'uso di un hotspot Wi-Fi pubblico non si limitano alle reti false, ai dati intercettati o a qualche hacker che entra nel tuo sistema. Una violazione della sicurezza potrebbe essere semplicemente qualcuno dietro di te che spia quali siti visiti e quello che scrivi, i cosiddetti "shoulder surfing". Dunque ancora maggiore attenzione è necessaria in luoghi pubblici particolarmente affollati. E' necessario, inoltre, prendere in considerazione strumenti di sicurezza, come i cavi di sicurezza e schermi per la privacy per portatili.

Nota: Tutela della privacy non vuol dire tutela della sicurezza
Un'ultima nota: Ci sono molte applicazioni che consentono di mascherare il proprio indirizzo di computer e di nascondere le proprie attività online, ma queste soluzioni hanno il solo scopo di proteggere la privacy, non di crittografare i dati o di proteggere il computer da minacce. Quindi, anche se si utilizza un anonymizer per nascondere le tracce, le misure di sicurezza di cui sopra sono ancora necessarie per l'accesso su reti aperte e non protette.





Suggerimenti del mobile office expert di about tech